martedì 7 gennaio 2020   06:57

Catanzaro, donate dieci poltrone al reparto di Pediatria dell'ospedale Pugliese

Si tratta di una iniziativa Ader, associazione dipendenti ente Regione che promuove progetti in ambiti diversi dall'assistenza sociale, alla formazione e istruzione 

di Redazione
47 condivisioni

I genitori dei bambini ricoverati nel reparto di pediatria dell'Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro potranno assistere i loro piccoli in modo più confortevole. L'Ader Calabria – Associazione dipendenti ente Regione – ha donato, infatti, dieci comode poltrone relax alla Struttura operativa complessa diretta dal dottor Giuseppe Raiola. Lo riferisce una nota stampa.

 

L'Ader è una onlus che svolge tantissime attività in diversi ambiti, come quello dell'assistenza sociale e socio-sanitaria, della beneficenza, istruzione e formazione. Tra le tante iniziative, promuove, ad esempio, raccolte di denaro e beni da devolvere a soggetti svantaggiati, organizza reti di solidarietà che si occupino di segnalare le persone in stato di indigenza e di provvedere alla distribuzione dei generi di prima necessita?.

 

Negli scorsi mesi, l'associazione ha anche donato un ecotomografo al Presidio ospedaliero "Carlo De Lellis". «Non ci abitueremo mai abbastanza a questi gesti di generosità provenienti dal territorio – ha dichiarato Raiola – Le esigenze e le necessità all'interno di un ospedale sono sempre tante e posso affermare con estremo piacere che i reparti pediatrici del capoluogo sono stati ormai adottati dalla cittadinanza. Sentiamo la vicinanza concreta della società civile e, grazie a queste azioni i 'nostri' bimbi si sentono ancor più coccolati e assistiti».

 

Alla consegna sono intervenuti Francesco Fazio e Walter Sergi, rispettivamente presidente e segretario dell'Ader e tre consiglieri, Salvatore Cristofaro, Francesco Iannaccari e Alessandro Bitonti.

 

TAG
ospedale pugliese catanzaro sanita solidarieta

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: