giovedì 26 marzo 2020   20:01

Laurearsi ai tempi del Covid-19, lo studente: «La mia tesi discussa in salotto»

VIDEO | La storia del roccellese Francesco Lombardo, diventato dottore in streaming. «Nessuna emozione, ma la salute viene prima di tutto»

di Ilario  Balì
17 condivisioni

La discussione della sua tesi magistrale Francesco la immaginava diversa, con famiglia, amici e parenti vicini per sostenerlo verso il traguardo più importante della sua vita. E invece le lauree ai tempi del coronavirus vivono di protocolli insoliti, adeguati ai dettami dei famosi decreti governativi.

 

Ma nonostante le restrizioni il neo-dottore roccellese da 110 e lode si è sentito in dovere di indossare il vestito buono, quello delle grandi occasioni. E per lui è stato comunque un giorno di festa. «Manca quell’emozione tipica di giornate così – ha affermato il giovane – tuttavia la salute viene al primo posto e mi auguro che questo momento possa finire al più presto per poter festeggiare tutti insieme».

 

Così Francesco, con una tesi sulle reti 5G, è diventato dottore in ingegneria delle telecomunicazioni dalla sua casa tra centrini e soprammobili, collegato alla piattaforma messa a disposizione dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Dall’altra parte connessi i docenti pronti ad ascoltarlo prima di una stretta di mano virtuale. «Sono già proiettato all’esame di stato – ha spiegato – che mi consentirà di diventare un ingegnere a tutti gli effetti. Dedico questo traguardo alla mia famiglia e alla mia ragazza, lontana fisicamente ma vicina con il cuore».

TAG
coronavirus calabria universita mediterranea reggio calabria

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: