venerdì 17 luglio 2020   16:47

Metro Cosenza, l'ex governatore Oliverio: «Un errore rinunciare all'opera»

INTERVISTA | L'ex presidente della Regione convinto dell'importanza della infrastruttura: «È strategica se inserita nell'anello ferroviario di collegamento sull'asse Sibari-Paola»

di Salvatore Bruno
Condividi

La gara per appaltare i lavori della metropolitana leggera l’aveva approvata il governo Scopelliti, ma da presidente della Regione Mario Oliverio si è tenacemente battuto per realizzare l’opera, dando vita ad un lungo e duro braccio di ferro con il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, finché i due amministratori non hanno trovato una sintesi e dato il via libera al cantiere.

Finanziamenti a rischio

Solo sulla carta perché i lavori, di fatto, non sono mai partiti. Ed il rischio di un disinvestimento delle risorse messe a disposizione dalla Comunità Europea, è molto concreto. Durante la conferenza stampa con cui è ricomparso sulla scena politica, Oliverio sulla vicenda ha detto la sua sulla paventata rinuncia all’infrastruttura: «Sarebbe un errore. Bisogna andare a Bruxelles ed interloquire con l'Unione».

Contesto mutato

«Il contesto infrastrutturale in cui la metro si andrebbe a calare è mutato - aggiunge - Con il prolungamento fino a Settimo è il punto di congiunzione tra l'area urbana e presilana e l'anello di collegamento ferroviario Jonio-Tirreno». Ecco l'intervista

TAG
metro cosenza mario oliverio

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: