martedì 21 luglio 2020   20:19

A Pizzo il migliore ristorante al mondo di cucina al bergamotto: «Valorizziamo i nostri prodotti»

VIDEO | A decretarlo, l'Accademia internazionale del bergamotto che ha consegnato il prestigioso riconoscimento agli chef Giuseppe Romano ed Eleonora Marcello: «Premio inaspettato»

di Daniela  Amatruda
Condividi

“Tonno cottura tataki con gelée di cipolla di Tropea, crumble di bergamotto e confetto wasabi”. È questo il piatto che ha permesso al “Me Restaurant” di Pizzo di aggiudicarsi il premio come miglior ristorante al mondo di cucina al bergamotto 2020. Ad assegnare il prestigioso riconoscimento agli chef Giuseppe Romano ed Eleonora Marcello, l’Accademia internazionale del bergamotto di Reggio Calabria, guidata da Vittorio Caminiti, nel corso della ventesima edizione del BergaFest, il tradizionale appuntamento nato per valorizzare il pregiato agrume.  Nel corso della cerimonia sono stati investiti della carica di ambasciatori del bergamotto altri volti noti come Filippo La Mantia, Corrado Assenza, Iginio Massari e tanti altri.

 

La motivazione al Premio

Così come si legge nella motivazione al Premio, “raramente l’Accademia, molto esigente, premia un piatto o un ristorante che utilizza il bergamotto”. In questa occasione, però, il comitato per la “sessione gusto”, presieduta dal maestro don Alfonso Iaccarino e Fabio Campoli, non ha potuto che riconoscere, all’unanimità, la deliziosa creazione degli chef. «Siamo certi – si legge nella brochure dell’evento – che gli chef Romano e Marcello continueranno a deliziare i palati dei loro clienti con nuove creazioni al bergamotto di Reggio Calabria». 

L'emozione dello chef Romano 

«È stato un premio inaspettato – ha spiegato Chef Romano - la comunicazione mi è arrivata tramite email e quando ho letto “candidato al premio come miglior ristorante al mondo per la cucina al bergamotto”, l’emozione è stata davvero tanta».

 

Oro della Calabria, il bergamotto ha anche importanti proprietà per l’organismo: «Noi valorizziamo sempre i prodotti del territorio – ha spiegato lo chef - ed il bergamotto ne è un’eccellenza. Inoltre questo agrume è nemico del colesterolo. Oltre ad aggiungere freschezza al piatto, il bergamotto ha importanti proprietà anche per l’organismo».  

La passione sin da bambino 

Lo chef Giuseppe Romano nasce a Villaricca, in provincia di Napoli. All’età di 12 anni inizia a frequentare la pasticceria di alcuni amici di famiglia e qui nasce il forte interesse per la cucina. Giuseppe decide così di indirizzare gli studi ed il suo percorso formativo nel mondo della ristorazione, maturando esperienze presso un catering d’élite a Napoli prima, e poi all’estero: in Germania ed in Giappone.

 

Una volta rientrato in Italia, entra a far parte dell’Apci e inizia a lavorare presso diverse strutture, ristorative e alberghiere, della Campania. In quegli anni conosce Eleonora Marcello, giovane ristoratrice di Pizzo Calabro e si sposa. Insieme decidono poi di trasferirsi in Calabria ed entra così nelle cucine del Me Restaurant dove, con la moglie, mette in pratica le sue precedenti esperienze, arricchendo la cucina di piatti prelibati e innovativi.

 

Nel 2015 viene convocato dalla Regione Calabria come rappresentante del suo territorio in occasione di Expo e stringe un protocollo d’intesa con la Coldiretti Calabria. Nel 2016 parte per una consulenza in California per conto di una importante società italiana. Al suo rientro, decide insieme ad Eleonora, di dare nuova linfa al Me Restaurant. Da subito il ristorante ottiene riscontri positivi sul territorio e arrivano le prime gratificazione: prima l’inserimento in Guida Michelin, poi nella Guida Espresso. Nel 2018, Giuseppe diventa delegato regionale della Calabria per Euro-Toques. 

 

TAG
cucina pizzo reggio calabria

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: