giovedì 3 settembre 2020   19:28

Catanzaro, dopo 3 anni finisce la telenovela del “concorso delle mogli” al Pugliese

La chiacchierata procedura per reclutare due legali vedeva nella parte finale della selezione quattro professionisti in corsa. Di questi, tre sono le consorti di altrettanti dirigenti sanitari. Ecco chi ha vinto

di Luana  Costa
Condividi

Dopo tre anni di valzer, arriva il verdetto sul concorso indetto nel settembre del 2017 dall'azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro per reclutare due avvocati. Una procedura concorsuale tanto travagliata quanto chiacchierata da essere, non a caso forse, ribattezzata "concorso delle mogli".

I vincitori

Due i posti messi a gara dall'ospedale Pugliese, quattro i candidati ammessi alla prova pratica e orale. Solo lo scorso 8 agosto la commissione esaminatrice, più volte rimodulata in una procedura sospesa a più riprese, ha infine espresso il verdetto stilando la fatidica graduatoria che ha assegnato gli ambiti due posti di lavoro a Florenza Russo e ad Andrea Consoli

Un concorso travagliato

Era il 30 maggio del 2019 quando il presidente della commissione e direttore amministrativo, Antonio Mantella, firmava la convocazione per la prova pratica e orale, dopo aver pubblicato l'elenco degli ammessi e degli esclusi. Ben 21 i partecipanti ma solo in quattro a superare il giro di boa dell'ultima prova: Andrea Consoli, 42 anni di origini catanesi; Maria Chiara Paone, 41 anni catanzarese nonchè moglie del dirigente del dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria Vincenzo Ferrari; Elga Rizzo, 41 anni catanzarese nonchè moglie di Vittorio Prejanò dirigente amministrativo dell’azienda ospedaliera nel settore Risorse Umane ma comandato al dipartimento Tutela della Salute e Florenza Russo, 59 anni napolatana di origini ma dirigente amministrativo dell’azienda ospedaliera nel settore Affari legali e moglie del primario di Dermatologia dello stesso ospedale, Giancarlo Valenti. 

A data da destinarsi

Il 2 luglio 2019, data in cui si sarebbe dovuta tenere l'attesa prova pratica e orale, la seduta salta "a causa dell'indisponibilità di un componente della commissione" e la conclusione del concorso viene così rinviata. E' sempre il presidente della commissione esaminatrice, Antonio Mantella, a firmare il rinvio "a data da destinarsi". Una sospensione protrattasi però per oltre un anno. Solo qualche mese fa il concorso ritrova nuovo slancio passando di mano. Presidente della commissione viene nominato, Giovanni Stroppa, direttore amministrativo del policlinico di Catanzaro che in poco meno di due mesi firma verbali e stila la graduatoria. 

Le nomine

Florenza Russo ottiene il punteggio più alto (81,47), alle sue spalle si piazza Andrea Consoli (74). Rimangono escluse Maria Chiara Paone e Elga Rizzo rispettivamente con un punteggio di 71,52 e di 65,85. Solo ieri è avvenuta la ratifica e l'approvazione dei verbali del concorso con la relativa nomina dei vincitori. La già dirigente Florenza Russo sarà immediatamente immessa in ruolo mentre il secondo classificato, Andrea Consoli, dovrà attendere dicembre, data di collocamento in quiescienza del dirigente avvocato ancora in servizio in azienda.

TAG
catanzaro ospedale catanzaro pugliese ciaccio

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: