mercoledì 16 settembre 2020   18:09

Castrovillari, I-Fest entra nel vivo con i grandi nomi del cinema

Dopo il successo di “Cinema senza confine” cresce l’attesa per l’arrivo di Sandra Milo, Madalina Ghenea, Alessandro Haber e tanti altri. Domani l’inaugurazione della mostra su Fellini

di Vincenzo Alvaro
2 condivisioni

Internazionale, innovativo, con uno sguardo attento e moderno sull’istruzione, l’informazione e le ispirazioni. Ecco la sintesi di I-Fest, il festival internazionale del cinema, che da domani entra nel vivo con l’arrivo dei primi grandi ospiti e l’inaugurazione della mostra dedicata al maestro Federico Fellini al quale questa prima edizione è dedicata.

 

Il perché lo ha spiegato il direttore artistico della kermesse, Giuseppe Panebianco, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento tenutasi questo pomeriggio presso la sede del centro servizi del parco nazionale del Pollino. «Fellini mi ha regalato visioni, sogni, prospettive incredibili è uno dei miei registi preferiti e pertanto con questo evento volevo contribuire a rendere omaggio al grande maestro».

L’idea dell’I-Fest

Un progetto che «arriva da lontano» - ha spiegato il direttore artistico – concepito insieme ad un gruppo di professionisti «innamorati come me della Calabria, la mia terra» che nel tempo è cresciuto dall’idea embrionale iniziale ed è diventato un grande appuntamento culturale organizzato dall’associazione culturale White Side Group (con il patrocinio ed il sostegno del Mibact, in collaborazione con Csc - Centro Sperimentale di Cinematografia, Cineteca Nazionale, Università della Calabria e diversi altri importanti Partner nazionali ed internazionali e con la prestigiosa media partnership di Rai Cinema Channel).

 

Fino al 20 settembre prossimo regalerà ai tanti gli amanti del grande Cinema che per l’occasione giungeranno da ogni parte d’Italia nella cittadina calabrese di Castrovillari, una settimana ricca di appuntamenti dedicati al grande schermo con una selezione «ampia e trasversale per toccare tutti i gusti e le preferenze cinematografiche di questo territorio».

Il sostegno di Comune e Parco

Al tavolo della conferenza stampa anche l’assessore all’ambiente del Comune di Castrovillari, Pasquale Pace, il quale ha ribadito la valenza «innovativa» di questo appuntamento da subito accolto con entusiasmo dall’esecutivo uscente e che ha innestato nel suo programma una giornata informativa di educazione ambientale.

 

«Qui a Castrovillari la cultura è di casa con i tanti eventi che ogni anno arricchiscono la vita sociale della città, ma con questo evento alziamo di tanto l’asticella della qualità allargando gli orizzonti del racconto delle potenzialità di questo territorio». Anche il presidente del parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, ha ribadito come fosse «doveroso e necessario» sostenere una kermesse di questa qualità che rappresenta un «evento straordinario e come tale lo abbia considerato».

 

I grandi premi per gli ospiti dell’iniziativa realizzati da Gerardo Sacco vedranno rappresentato il pino loricato immagine dell’area protetta. Il Pollino da tempo è scelto da progetti cinematografici per le riprese di film alcuni dei quali saranno presentati al pubblico nella prossima stagione. Un lavoro di promozione legato al cineturismo che ha visto coinvolto l’ente con la film commission lucana e si spera anche con quella calabrese per la prossima stagione perché – ha ribadito Pappaterra – i «parchi calabresi possono rappresentare uno scenario importante anche all’interno di una nuova programmazione».

Il cinema tra le mura del carcere

Dopo l’inaugurazione di domenica, le giornate di lunedì 14 e martedì 15 settembre sono state interamente dedicate alla proiezione della selezione ufficiale del contest “Orizzonti” – Short & Doc (concorso di portata internazionale organizzato in collaborazione con Rai Cinema Channel, che dopo il lancio sulla prestigiosa piattaforma Film Freeway ha visto l’adesione di oltre 1000 lavori - di cui un’altissima percentuale di altissimo livello - a firma di registi e filmmaker provenienti da oltre 50 diverse nazionalità), le cui opere vincitrici saranno premiate con gli i-Fest Award e pubblicate sulla piattaforma Rai Cinema Channel.

 

Oltre ad essere stati visti e valutati da una giuria popolare riunitasi in presenza (sebbene nel rigoroso rispetto delle norme sul distanziamento sociale) in orario serale presso il Cine Teatro Ciminelli, i lavori selezionati, grazie al volere del direttore della casa circondariale di Castrovillari, Giuseppe Carrà, nell’ambito del progetto “Cinema Senza Confini” targato i-Fest People, sono stati proiettati all’interno dell’istituto penitenziario cittadino e ha visto all’opera una giuria costituita da detenuti e rappresentanti dell’amministrazione penitenziaria.

 

Molto soddisfatti, al termine dell’esperienza alla Casa Circondariale “Rosetta Sisca” sono apparsi sia gli organizzatori di i-Fest che il dirigente Carrà, concordi nel riconoscere il grande valore educativo del Cinema come arte che stimola la riflessione, determinando la capacità critica utile ad elaborare, partendo dai contenuti rappresentati, momenti di analisi ed approfondimento dei vissuti personali.

L'omaggio a Fellini

Il festival entrerà nel vivo domani, giovedì 17 settembre, e fino a sabato 19 offrirà una serie di appuntamenti giornalieri tutti ad ingresso gratuito ospitati nella splendida cornice del Castello Aragonese. Tra le numerose e interessanti attività in programma, si segnala la mostra “1920-2020 Fellinicento” a cura del Csc - Centro Sperimentale di Cinematografia, che ripercorre alcune delle tappe professionali più rappresentative della carriera di Federico Fellini attraverso 40 meravigliose immagini tratte da backstage, set, pellicole e momenti inediti di vita condivisa con i suoi storici attori.

 

Sarà proprio l’inaugurazione della mostra, in programma nel tardo pomeriggio di domani, a dare il via ad una indimenticabile “tre giorni” ricca di cinema, con proiezioni in concorso e fuori concorso, spettacolo, cultura, workshop, masterclass, premiazioni e grandi ospiti.

Attesa per l'arrivo degli ospiti 

Sandra Milo, attrice e compagna di Fellini per ben 17 anni, la giornalista e critica cinematografica Anselma Dell’Olio (che presenterà il suo documentario selezionato dal Festival di Cannes “Fellini degli Spiriti”), la splendida modella e attrice rumena Madalina Ghenea, il doppiatore Stefano De Sando (voce ufficiale di Robert De Niro da circa un ventennio) e il poliedrico e carismatico attore Alessandro Haber sono solo alcuni dei protagonisti che in serata sfileranno sul red carpet, saliranno sul palco del festival e riceveranno gli esclusivi Premi Speciali creati ad hoc dal Maestro Gerardo Sacco, vera e propria eccellenza calabrese e orafo di fiducia di molte star del cinema, il quale verrà anch’egli debitamente celebrato per il suo operato.

TAG
cinema ifest castrovillari giuseppe panebianco alessandro haber sandra milo

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: