domenica 11 ottobre 2020   14:16

Primavera dei Teatri, a Castrovillari vanno in scena due prime nazionali

Dopo gli appuntamenti mattutini dedicati ai più piccoli, la quarta serata del festival vedrà debuttare Marcello Cotugno con Peggy Pickit di Schimmelpfennig e Fabio Pisano con una riscrittura dell'Alcesti di Euripide

di Redazione
4 condivisioni

Prosegue Primavera dei Teatri 2020, lo storico festival che grazie alla perseveranza dei suoi ideatori e direttori Dario De Luca, Saverio La Ruina e Settimio Pisano è riuscito a portare ancora una volta la città di Castrovillari al centro del dibattito culturale contemporaneo.

 

Mattinata dedicata ai più piccoli, con gli ultimi appuntamenti del cartellone Primavera Kids. Nella cornice del castello di Morano Calabro, alle 9:30 si è tenuto il laboratorio “La fabbrica dei Pupazzi” a cura di Angelo Gallo Teatro della Maruca, e a seguire (ore 11:30) la presentazione del libro “L’alfabeto di Gianni” di Pino Boero e Walter Fochesato – Coccole Books, 2019.

 

A mezzogiorno, il consueto appuntamento al protoconvento francescano di Castrovillari con la conferenza di presentazione delle compagnie ospiti e poi, a partire dal pomeriggio, via agli spettacoli. Alle ore 18:00 al Chiostro di S. Bernardino, a Morano, va in scena “Piccoli funerali”, spettacolo vincitore della VI edizione de I Teatri del Sacro 2019. Il lavoro, ideato e interpretato da Maurizio Rippa, accompagnato alla chitarra da Amedeo Monda e prodotto da 369gradi, si presenta come una partitura drammaturgica e musicale che alterna un piccolo rito funebre ad un brano dedicato a chi se ne è andato.

 

Il cartellone serale vede poi ben due prime nazionali: alle 20:00, al Teatro Sybaris, il debutto di Marcello Cotugno che cura la regia di un testo di Roland Schimmelpfennig; “Peggy Pickit guarda il volto di Dio” presenta una scrittura sincopata con una serie di stop&go narrativi, nel tempo di un aperitivo, tra i quattro di una doppia coppia, interpretata da Valentina Acca, Valentina Curatoli, Aldo Ottobrino ed Emanuele Valenti.

 

Alle 21:30 al Castello aragonese il giovane autore Fabio Pisano, già premio Hystrio per la drammaturgia, con la sua compagnia Liberaimago, presenta “A.D.E.,A.lcesti D.i E.uripide”, attenta riscrittura di Pisano che ne cura anche la regia. In scena Francesca BorrieroRoberto IngenitoRaffaele Ausiello e le suggestioni sonore eseguite dal vivo di Francesco Santagata.

TAG
primavera dei teatri castrovillari cosenza

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: