sabato 14 novembre 2020   15:00

Polo Covid a Corigliano-Rossano, al Consiglio comunale invitato anche il ministro Speranza

In sessione telematica l’assise civica è chiamata a discutere dell’emergenza pandemica in atto e delle problematiche connesse

di Matteo Lauria
7 condivisioni

Emergenza sanitaria e Polo Covid A Corigliano-Rossano al centro del prossimo Consiglio comunale straordinario convocato in sessione telematica dal presidente del Consiglio comunale Marinella Grillo.

 

Tanti i temi in cantiere, in primo luogo gli impegni non mantenuti contenuti nell’atto deliberativo dell’Asp quando si optava per un Polo Covid a Rossano. Manca ancora oggi la copertura del personale, la strumentazione adeguata per i 10 posti letto destinati all’intensiva e sub-intensiva, gran parte dei ventilatori, il perfezionamento dei percorsi dedicati interni, le tensostrutture dismesse.

 

Il problema territoriale tiene poi conto dell’incremento dei contagi, il ritardo dell’esito dei tamponi, la tracciabilità, e l’assistenza ai pazienti covid in quarantena domiciliare abbandonati dalle istituzioni. L’ufficio di presidenza ha fatto partire lettere d’invito alle più alte cariche istituzionali: il ministro della Salute Roberto Speranza, il presidente della giunta regionale Nino Spirlì, i parlamentari nazionali e regionali del territorio, il commissario dell’Asp di Cosenza Cinzia Bettelini, il direttore sanitario dello spoke di Corigliano-Rossano Pierluigi Carini, il presidente dell’ordine dei Medici Eugenio Corcione, i direttori dei distretti. L’amministrazione auspica la partecipazione di tutte le rappresentanze coinvolte, considerata la complessità della problematica. D’altronde si tratta di un civico consesso in modalità remoto.   

TAG
corigliano rossano polo covid marinella grillo nino spirli roberto speranza pierluigi carino

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: