lunedì 23 novembre 2020   17:24

Coronavirus, Ugl-Sanità: «In Italia 52mila sanitari contagiati. Rischi anche in Calabria»

La segretaria provinciale Valentina Battendieri lancia un appello: «Si lavori per mettere in sicurezza chi lavora a contatto con i pazienti Covid»

di Salvatore Bruno
79 condivisioni

«La Fondazione Gimbe, senza fini di lucro e con lo scopo di favorire la diffusione e l’applicazione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca, dà numeri drammatici sul personale sanitario contagiato dal coronavirus: sono oltre 52mila i casi in tutta Italia». È quanto afferma in una nota Valentina Battendieri, segretario provinciale di Cosenza Ugl-Sanità.

Sanitari in prima linea

«Dove sono andati a finire i proclami sugli eroi di questi tempi - aggiunge - Se il numero del personale impegnato nell’emergenza tocca queste cifre, c’è da chiedersi se questi siano messi in condizione di sicurezza nella battaglia quotidiana. Eppure, chi lavora in campo sanitario, non ha mai indietreggiato, mettende a rischio la vita propria ed anche dei propri cari».

Una vittima anche in Calabria

«Abbiamo appreso la notizia della scomparsa di qualche giorno fa del medico Annibale Battaglia, attivo nel catanzarese e contagiato dal Covid - sottolinea ancora la Battendieri - La provincia di Cosenza tocca numeri importanti con conseguenti disagi anche sul funzionamento delle strutture già depauperate in termini di rapporto tra fabbisogno ed organico».

Stop alle diatribe politiche

«Mentre tutto ciò accade sotto i nostri occhi, ci aspettiamo zero diatribe politiche da parte dei vari fronti, perché la vera battaglia, questa della lotta alla Pandemia - conclude la sindacalista - ne ha solo uno e unico per tutti: unione e soluzioni che solo la competenza e le forze compatte possono portarci a vincerla».

TAG
cosenza coronavirus calabria

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: