mercoledì 17 luglio 2019   18:05

Crisalide, assolto avvocato accusato di avere rivelato informazioni riservate

Il professionista lametino Gianluca Careri, secondo l’accusa, avrebbe fornito al presunto capo cosca Antonio Miceli elementi di indagine 

di T. B.
6 condivisioni

E’ stato assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, l’avvocato lametino Gianluca Careri accusato nell’ambito dell’inchiesta Crisalide di avere divulgato informazioni relative a un processo penale. Il pm Elio Romano aveva chiesto uno anno e quattro mesi di carcere ma le accuse a carico di Careri, difeso dall’avvocato Francesco Gambardelle, sono cadute.


La vicenda riguarda alcune presunte informazioni che Careri avrebbe fornito al presunto reggente della cosca Torcasio Antonio Miceli e inerenti un procedimento penale riguardante Piero De Sarro e Luigi Vincenzini. Entrambi coinvolti nell’operazione Crisalide, ma il primo ancora sotto processo e il secondo condannato. Secondo alcune intercettazioni telefoniche tra Miceli e Careri, il primo avrebbe fatto pressioni sull’avvocato affinchè De Sarro e Vincenzini, seguendo le indicazioni impartitegli, lo nominassero legale di fiducia ma, soprattutto, avrebbe chiesto al legale informazioni sul processo. Accuse poi cadute con l’assoluzione con formula piena del legale.

 

LEGGI ANCHE: Crisalide, in primo grado 43 condanne e 9 assoluzioni

TAG
lamezia terme processo crisalide

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: