sabato 10 agosto 2019   22:19

Matteo Salvini contestato a Soverato. Momenti di tensione a ridosso del palco

VIDEO | Il cordone di polizia a presidio della manifestazione in tenuta antisommossa ha effettuato un’azione di alleggerimento nei confronti di un gruppo di manifestanti

di Luana  Costa
2250 condivisioni

Momenti di tensione durante il comizio di Matteo Salvini a Soverato. Un nutrito gruppo di manifestanti ha contestato il leader della Lega a pochi metri dal palco esponendo striscioni e intonando cori.
Il cordone di polizia posto a presidio della manifestazione è intervenuto in tenuta antisommossa con un’azione di alleggerimento per calmare gli animi dei contestatori ed evitare che si avvicinassero troppo al palco.


Salvini, presa la parola, si è rivolto ai manifestanti: «La polizia è impegnata quotidianamente a contrastare la mafia e la 'ndrangheta e non quattro figli di papà dei centri sociali. Dove erano questi manifestanti – ha proseguito - quando i politici di centro sinistra di questa regione mangiavano i soldi per le strade, i collegamenti e le infrastrutture? Vengono oggi a manifestare ed è evidente che non hanno mai svolto un lavoro sociale, con gli anziani ad esempio. Menomale che è stata introdotta l’educazione civica così dove non ci sono arrivati i genitori almeno ci arriveranno professori e insegnanti».

Poco dopo, qualcuno è riuscito a interrompere la diffusione audio ma è stato immediatamente fermato e indentificato. «Quel cretino che ha danneggiato l’impianto elettrico -  ha detto il leader della Lega dal palco - è stato individuato e identificato e pagherà di tasca sua».

Al termine del comizio, mentre Salvini ha cominciato quello che ormai è il "rito dei selfie", promettendo di fare foto anche con i contestatori che lo avessero voluto, una parte dei manifestanti ha cominciato a inneggiare a Mimmo Lucano, l'ex sindaco di Riace

 

TAG
matteo salvini soverato catanzaro lega

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: