mercoledì 4 settembre 2019   13:08

Lamezia, chiude l’anagrafe di Nicastro: dipendenti trasferiti

Ne dà notizia l’esponente di Patto Sociale Giancarlo Nicotera che avverte sui rischi di questa ennesima serrata in tempo di commissariamento

di T. B.
Condividi

Chiudono gli Uffici Anagrafe della delegazione comunale di Nicastro, a Lamezia. Ne dà notizia Giancarlo Nicotera, ex consigliere comunale ed esponente del movimento Patto Sociale, secondo il quale questa ennesima chiusura contribuirà a desertificare il centro urbano, creare danni alla già sofferente economia cittadina, enormi disagi ai cittadini, specie se anziani o non automuniti, congestione e file nei servizi all'utenza, la mancata attuazione del decentramento amministrativo e l’allontanamento dei cittadini dalla cosa pubblica.

 

«Lo abbiamo già detto a proposito dell'ex Comune di Sant'Eufemia e vale anche per quelli di Nicastro e Sambiase, non possono essere chiusi, sono fondamentali per i cittadini e per i servizi alla collettività – chiarisce Nicotera - occorre trovare degli edifici per continuare a fornire tali servizi alla cittadinanza (in primis pensiamo a quelli di Via Pasquale Celli, dove non vi sono neanche barriere architettoniche, ma anche altrove). Neanche la carenza di personale può essere un motivo valido, in quanto è compito di chi amministra o dirige una città allocare al meglio le risorse umane ed i servizi ai cittadini».

 

«Dopo aver chiuso impianti sportivi, luoghi culturali e di svago, ora la ciliegina sulla torta che sigilla l'ufficio anagrafe dell'ex Comune di Nicastro. Davvero - chiusa Nicotera - una pena senza fine».

TAG
lamezia terme giancarlo nicotera patto sociale

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: