mercoledì 4 settembre 2019   13:27

I cadaveri nel burrone del Crotonese sono due. Forse padre e figlio scomparsi a Pasqua

VIDEO | Questa mattina il ritrovamento di un primo corpo. Poi carabinieri e vigili del fuoco hanno scoperto il secondo. Non si esclude possano essere i due allevatori spariti a Petilia cinque mesi fa

di Redazione
48 condivisioni

Macabra scoperta questa mattina a Mesoraca, nel Crotonese. In località Vardaro, in fondo ad un burrone, sono stati individuati due corpi senza vita. Il ritrovamento è avvenuto in una zona di campagna e i due cadaveri sarebbero in avanzato stato di decomposizione. Gli inquirenti, per il momento, non formulano nessuna ipotesi ma non si esclude che possano essere i due allevatori scomparsi il giorno di Pasqua a Petilia Policastro, Rosario e Salvatore Manfreda, padre e figlio, di 68 e 35 anni.


In base alle prime informazioni, la zona è vicina sia all'azienda dei Manfreda, sia a quella di due delle tre persone già arrestate per il duplice omicidio nel luglio scorso, Pasquale e Salvatore Emanuel Buonvicino, di 51 e 20 anni, a loro volta padre e figlio, che li avrebbero uccisi per futili motivi, facendone sparire i corpi. Con loro fu arrestato Pietro Lavigna di 49 anni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione. Presenti anche squadra dei vigili del fuoco di Petilia Policastro e nucleo Saf Speleo Alpino Fluviale, del Comando provinciale Vigili del Fuoco di Crotone per il recupero. Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

TAG
cadaveri mesoraca crotone

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: