giovedì 19 settembre 2019   12:33

Sfruttamento della prostituzione minorile, imprenditore a processo

Secondo le accuse, l'uomo di Santa Maria del Cedro avrebbe favorito gli incontri sessuali tra alcuni clienti e una minorenne che lavorava nel suo locale. Lui si difende: gli episodi si sarebbero verificati al di fuori degli orari di lavoro e senza il suo coinvolgimento

di Francesca  Lagatta
65 condivisioni

La procura di Paola aveva chiesto l'archiviazione, ma il giudice per le indagini preliminari si è opposto e ora un imprenditore di Santa Maria del Cedro dovrà difendersi dalle accuse di sfruttamento della prostituzione minorile. I fatti contestati risalgono al 2017 e si sarebbero verificati all'interno di un club notturno di Santa Maria del Cedro, crocevia di molti uomini provenienti dall'intero comprensorio alto tirrenico. Il club, facilmente raggiungibile dalla ss 18, si trova in una zona residenziale della cittadina, che durante la stagione estiva risulta molto popolosa, ma nel restante periodo dell'anno, risulta essere una zona isolata, benché sorga a pochi metri dalla principale arteria stradale cittadina.

La vicenda

Secondo gli inquirenti, nella vicenda sarebbero coinvolte due ragazze, una maggiorenne e l'altra minorenne, oggi parti offese nel processo. Entrambe avrebbero lavorato nel locale, frequentato da persone di ogni età, e proprio in quel periodo le donne sarebbe state usate da esca per attirare clientela. Non solo, in quel posto uno o più assidui frequentatori avrebbero consumato rapporti sessuali con la dipendente che ancora non aveva compiuto il diciottesimo anno di età.

La difesa

A quanto pare, sul fatto che i rapporti siano stati consumati non ci sarebbero dubbi, ma l'imprenditore, tramite il suo avvocato, ha fatto sapere che gli episodi si sarebbero verificati al di fuori dell'orario di lavoro e cioè quando lui sarebbe stato esonerato dalle responsabilità. Anche per questo la procura di Paola, verificando la veridicità del racconto, aveva chiesto l'archiviazione del caso. Ma il gip, invece, ha stabilito di andare avanti. Per questo l'uomo ora dovrà affrontare il processo e cercare di dimostrare la sua innocenza anche davanti ai giudici del tribunale di via Falcone e Borsellino a Paola.

TAG
sfruttamento prostituzione minorile Santa Maria del Cedro cosenza

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: