giovedì 19 settembre 2019   17:27

Uomo scomparso a Catanzaro, la testimonianza: «L'ho visto a Tropea»

Massimo Torregrossa ha fatto perdere le proprie tracce il 13 agosto scorso. Secondo un uomo intervistato dalla trasmissione Chi l’ha visto? avrebbe «dormito in stazione ed era ferito»

di Redazione
119 condivisioni

Si aggiungono nuovi particolari alla vicenda della scomparsa di Massimo Torregrossa, il direttore della Fondazione Betania di Catanzaro che ha fatto perdere le proprie tracce dal 13 agosto scorso.

 

Sull’accaduto è tornata la trasmissione televisiva Chi l’ha visto? che ha riportato la testimonianza di un uomo che avrebbe visto Massimo alla stazione di Tropea due settimane fa: «Aveva un pantaloncino nero e una maglietta verde, capelli bianchi e ricci. Aveva una ferita al braccio. Il primo giorno ha dormito lì in stazione e ha detto che aveva litigato con la moglie e che era stato picchiato o dal figlio o dal nipote e che l’avevano cacciato di casa».

 

Una versione che però registra delle incongruenze: Massimo, infatti, non ha né figli né nipoti. Una testimonianza che aggiunge, sì, nuovi particolari, ma che accresce l’alone di mistero intorno alla vicenda. Era davvero lui quell’uomo visto a Tropea? E perché avrebbe raccontato quella versione all’uomo che l’ha conosciuto? Interrogativi in cerca di risposte valide e tempestive.

 

LEGGI ANCHE:

TAG
massimo torregrossa tropea catanzaro fondazione betania

Articoli Correlati

X
Contenuti sponsorizzati
Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: